Bassetti: "Basta balletti su AstraZeneca, Aifa e Cts dicano se si può usare o no"

Il direttore Clinica Malattie infettive ospedale Policlinico San Martino: "I dati scientifici ci dicono che questo vaccino si può usare in tutte le età, ma..."

Il virologo Bassetti

Il virologo Bassetti

globalist 10 giugno 2021

L'indecisione delle autorità sanitarie sull'uso limitato del vaccino AstraZeneca sta creando uno sconcerto diffuso e generalizzato tra gli esperti, oltreché tra la popolazione.
"Sul vaccino AstraZeneca e in generali sui vaccini a vettore virale serve una posizione chiara e definitiva di Aifa e del Cts. Si decida da domani se il vaccino AstraZeneca non si deve più usare e ci si attrezzi per fare solo vaccini a mRna.
Non serve limitarlo ad alcune età, a questo punto andrebbe stoppato in tutte le età chiedendo scusa agli italiani per la comunicazione errata e antiscientifica su questo vaccino. Si punti quindi unicamente sui vaccini di Pfizer, Moderna e poi su CureVac. Ma deve essere una scelta politica".

Lo ribadisce su Facebook Matteo Bassetti, direttore Clinica Malattie infettive ospedale Policlinico San Martino. "L'opinione pubblica è inferocita sul vaccino AstraZeneca, le istituzioni non possono lasciare da soli i medici e le Regioni a difenderli", aggiunge.
"I dati scientifici inglesi ed Ema ci dicono che il vaccino di AstraZeneca si può usare in tutte le età. Basta con il balletto delle comunicazioni e delle raccomandazioni che hanno cambiato le fasce d'età per questo vaccino, con errori enormi di comunicazione sia dell'Agenzia del farmaco che del ministero della Salute", conclude Bassetti.